Condizioni di lavoro dell'interprete


1) Luogo di lavoro

a) La cabina della traduzione simultanea deve essere sufficientemente spaziosa da contenere un piano di lavoro e due posti a sedere, arieggiata ed insonorizzata. Dalla cabina gli interpreti debbono poter vedere chiaramente i relatori e lo schermo di proiezione. Quando è tecnicamente impossibile montare la cabina in sala, previo consenso degli interpreti può essere adibita a cabina una stanza attigua, a condizione che questa sia utilizzata solo dagli interpreti e sia provvista di collegamento televisivo a circuito chiuso con cui  poter seguire anche visivamente i lavori del convegno. L'accudienza tecnica dell'impianto non è un compito degli interpreti, ma va garantita dall'organizzatore o dall'impiantista

b) L’interprete esegue la traduzione simultanea esclusivamente in cabine insonorizzate, conformi alle norme ISO vigenti. È escluso categoricamente l’uso di valigette, “bidule” o simili che costringono l’interprete a lavorare nella sala d’incontro senza l’isolamento acustico di una cabina. L’unico uso ammesso di tali attrezzature, previo consenso esplicito dell’interprete, è la traduzione itinerante durante visite guidate

c) Se la traduzione è consecutiva l'interprete deve poter sedere nelle immediate vicinanze del relatore ed avere a disposizione un piano d'appoggio per scrivere. Nel luogo dove si svolge la traduzione consecutiva non è consentito fumare. Per gli ambienti grandi va previsto un microfono con impianto d’amplificazione.
Se il luogo di lavoro non soddisfa i requisiti sopra descritti, l'interprete può rifiutarsi di fornire le proprie prestazioni, conservando il diritto alla corresponsione dell'onorario concordato.


2) Orario di lavoro

a) L'equipe standard è composta da due interpreti per cabina per un impegno massimo giornaliero di 7 ore di lavoro (comprese le pause intermedie, esclusa la pausa pranzo). Se il programma del convegno prevede un orario maggiore, va ingaggiato un interprete supplementare, oltre a quelli previsti per l'orario normale. Se l'orario di lavoro si prolunga inaspettatamente oltre le sette ore, a ciascun interprete compete la corresponsione di un compenso straordinario non frazionabile per ogni ora aggiuntiva. L'ingaggio di tre interpreti è comunque consigliato per convegni particolarmente impegnativi che abbracciano l'intero arco della giornata. Sono comprese nel computo dell’orario di lavoro le pause intermedie, anche quando previste dal programma. Sono invece escluse le sospensioni per pranzi o simili, purché espressamente indicate nel programma e rispettate. Sono compresi nel computo dell’orario di lavoro i ritardi di qualunque genere, con la sola eccezione di quelli causati dall’interprete.

b) L'impiego di un solo interprete è possibile solo per manifestazioni di durata non superiore a 60 minuti in caso di traduzione simultanea, e a tre ore in caso di traduzione consecutiva.

c) Gli interpreti non sono a disposizione per tradurre durante le pause di lavoro, pranzi, cene e cosí via.


3) Preparazione al convegno e riservatezza

Il committente s’impegna a fornire tempestivamente all’interprete tutta la documentazione in suo possesso, in modo da consentirgli un’adeguata preparazione tecnica e terminologica all’esecuzione dell’incarico che gli è stato affidato. L’interprete s’impegna a sua volta a non divulgare a terzi le informazioni acquisite nello svolgimento del proprio lavoro, ad utilizzarle al solo scopo di garantire una traduzione pertinente ed accurata e ad osservare le disposizioni del D. Lgs. n. 196/2003 (Codice della privacy).
Salvo i casi di dolo o colpa grave, l'interprete non risponde dei danni derivanti da imperfezioni della traduzione, nel caso in cui il committente non lo abbia sufficientemente ragguagliato sui contenuti della manifestazione o non abbia fornito il materiale necessario per la preparazione.


4) Prestazioni accessorie del committente

a) L'interprete ha diritto alla corresponsione del pasto se lavora al di fuori del proprio comune di residenza.

b) L'interprete ha diritto alla corresponsione dell'alloggio (in camera singola con bagno in albergo di almeno tre stelle) se deve trovarsi nel luogo di lavoro ad orari che non gli consentono di essere nel proprio domicilio tra le 22,00 e le 7,00.

c) L'interprete ha diritto al rimborso delle spese di viaggio dal proprio domicilio al luogo di lavoro e ritorno (biglietto ferroviario di 1a classe + supplementi e taxi, rimborso chilometrico in caso di spostamento in automobile, o biglietto aereo).


5) Registrazione

Non è ammessa la registrazione (con magnetofono, videoregistratore o altro) della traduzione simultanea o consecutiva.  Fa eccezione la registrazione di programmi televisivi, per la quale va concordata un onorario speciale.


6) Sostituzione

In caso d’impedimento grave, l'interprete che ha accettato un incarico ha la facoltà di farsi sostituire da un collega di pari capacità ed affidabilità. Il sostituto subentra all'interprete sostituito in tutti i rapporti precedentemente concordati tra quest'ultimo ed il committente, accettandone le relative condizioni.


7) Conferma e annullamento dell'incarico

L'incarico di traduzione simultanea va sempre confermato per iscritto. Se un incarico già confermato viene disdetto o rinviato a meno di due settimane dalla data prevista, l'interprete ha comunque diritto alla corresponsione dell'intero onorario concordato, al netto di eventuali rimborsi per spese non sostenute.